Ci scusiamo per l'inconveniente.

Prova a fare nuovamente la ricerca


Diadora è un brand di scarpe e abbigliamento tenico e sportivo rigorosamente Made in Italy. Ma che vuol dire Diadora? E quale significato ha il simbolo che la rappresenta. Partiamo da qui. 

La parola Diadora deriva dal greco "dia-dora", che significa "condividere doni ed onori". E non è di certo un caso. Il simbolo del brand è un fregio, che rappresenta la produzione artigianale dell'azienda, che fino dal lontano 1948 fabbrica calzature: una tomaia aperta e stilizzata, che rappresenta il punto di partenza della realizzazione di una calzatura.

Obiettivo dell'azienda non è vincere, ma essere leader globale nel mercato dello Sport, lifestyle e Safety grazie alla passione, allo stile e all'innovazione tecnologica. La nostra forza è tutta nella creatività e nell'immaginazione, infatti, hanno reso il brand famoso in tutto il mondo: non solo la ricerca di materiali e sistemi di produzione innovativi, ma anche il continuo sviluppo delle tecnologie applicate allo sport, al benessere e alla sicurezza dell’individuo. Alla creatività e all'immaginazione si unisce, poi, lo stile italiano, visionario, distintivo. 

Ma il segreto del successo dell'azienda sta soprattutto nello spirito di squadra, che ben ne rappresenta i valori:

"se siamo qui, ancora oggi,competitivi e forti, lo dobbiamo al nostro gruppo, fatto di persone determinate e coese: il gruppo e’ la nostra più grande certezza".

A ciò si aggiungono altri importanti valori aziendali, che si riflettono nell'intera produzione: il forte cameratismo in ogni pratica agonistica rappresentata e il rispetto indiscusso verso compagni e avversario.

La Diadora S.p.A. è una società di abbigliamento italiana, con sede a Caerano di San Marco in Veneto, nata dal genio visionario del suo fondatore,  Marcello Danieli, chiamato anche Ottavio perché ultimo di otto fratelli. Da calzaturificio noto nel Veneto per la qualità dei suoi prodotti (essenzialmente scarponi da montagna), è nel 1967 che nasce ufficialmente il brand Diadora, un successo durato settant’anni, drante i quali si sono sempre cercate nuove tecnologie per migliorare quelle già esistenti, in modo da offrirti il massimo della performance in ogni disciplina. Attualmente ricordiamo anche che l'azienda è ideatrice delle divise per l'Associazione Italiana Arbitri, della quale è sponsor tecnico da 26 anni.

-anni '60 - '80:

In questo decennio avviene la conversione della produzione verso il mondo dello sport, infatti la produzione raggiunge volumi industriali importanti. Diadora sviluppa, proprio in questi anni, una strategia di marketing sportivo, affidando la sua immagine a testimonial internazionali (Bjorn Borg e Roberto Bettega; durante gli anni '80 Pat Cash, Andrea Zorzi, Antonio Cabrini), che diventano vere icone di stile. Ciò permette ai prodotti Diadora di sconfinare dallo sport al tempo libero. Negli anni '80 la grande rivoluzione: l'azienda istituisce il CRD, ovvero il Centro Ricerche Diadora, composto da un team di tecnici calzaturieri, esperti del Centro di Bioingegneria del Politecnico di Milano e medici specialisti in ortopedia.

-anni '90:

Nel 1998 Diadora torna alle origini, proponendo sul mercato il prodotto, che ha decretato il lancio dell'azienda sul mercato calzaturificio e il suo conseguente successo: nasce Utility Diadora, la scarpa da lavoro.

-2000 fino ai giorni nostri

In questi anni il brand Diadora si espande a livello mondiale grazie a partnership sportive eccellenti e ad una linea sportswear di lusso. Nasce così Heritage, destinata a diventare un vero e roprio fenomeno di costume e primo vero e proprio esperimento di fusione di sportswear e moda. Lir, finanziaria della famiglia Moretti Polegato, azionista di riferimento di Geox, per realizzare il potenziale indiscusso del brand, acquista il marchio, diventandone così proprietaria. Stile e sport diventano così le muse ispiratrici delle collezioni, che hanno reso Diadora un punto di riferimento del settore.

Potrebbe Interessarti Anche