Arcopedico è un brand di scarpe, che ha fatto del benessere e della comodità ai piedi il principio fondante della sua filosofia aziendale. È stato proprio il fondatore, Elio Parodi, a realizzare la prima calzatura del marchio, che fosse in grado di dare sollievo, sostenendo la colonna vertebrale attraverso l'arco plantare. Parodi nasce a Alice Bel Colle, in provincia di Alessandria, nel 1914, ma durante il secondo conflitto mondiale si trasferisce in Portogallo ed è proprio qui che raccoglie la sua più grande ispirazione. 

Osservando le donne trasportare grandi pesi sul capo, si decide a creare una scarpa che possa dare loro, finalmente, sollievo. Con l'aiuto di figure altamente specializzate, medici, ortopedici e osteopati, fonda il marchio Arcopedico nel 1966, oggi venduto in più di 40 paesi nel mondo.

A rendere le scarpe Arcopedico così comode e confortevoli è un innovativo plantare anatomico, progettato per sostenere l’arco plantare, capace di infondere benessere non solo alla colonna vertebrale, ma persino all'intero sistema scheletrico. Quelle di Arcopedico sono le prime calzature, in assoluto, ad essere brevettata con queste caratteristiche, un prodotto innovativo la cui unicità si percepisce sin dai primissimi passi.

In aggiunta al plantare anatomico anche la tomaia automodellante in lycra, che si adatta perfettamente alla forma di ogni piede, garantendo un benessere al piede assoluto.

Il 2007 è l'anno della svolta: Arcopedico presenta al mondo “LYTECH®”, tessile biologico brevettato nei laboratori dell'azienda, composto all'80% da Elastomer e al 20% da PU. La fodera della scarpa viene costruita con tessuto traspirante, seguendo un trattamento antimicotico, una scarpa che non solo garantisce il benessere della persona, ma difende anche l’ambiente grazie alla sua qualità superiore.

Nel 2008 grazie al sistema“SANSMELL®” (foot deodorant system) nei laboratori viene realizzata la scarpa che DEODORA, che contiene all'interno un insieme di sostanze le quali, "integrate alle fibre tessili e fuse con una fibra stabile di propilene, generano proprietà antibatteriche, antimicotiche e antiodore. L’agente presente nelle fibre tessili è stato testato in accordo con le linee d’orientamento OECD e classificato: non originante ipersensibilità".