Le scarpe BIRKENSTOCK, sia per uomo che per donna, sono il frutto di un'azienda che nel settore calzaturificio ha ben 230 anni di esperienza, un'azienda a conduzione familiare da 6 generazioni, che conta 3000 collaboratori e 3.500.000 scarpe vendute in Italia dal 1958: se dobbiamo parlare di BIRKENSTOCK, bisogna per forza partire dai numeri. La qualità nel processo di lavorazione e del prodotto finito sono una garanzia ormai comprovata. È dal 1774 che l'azienda tedesca segue una filosofia di produzione, basata essenzialmente sullo studio del piede, al fine di seguire, proteggere e conservare le sue funzioni naturali.

La moda è un settore in continuo cambiamento: molte sono le tendenze che passano, poche quelle che restano. Se parliamo di scarpe, BIRKENSTOCK deve essere inserita, di diritto, tra queste ultime. La sua è una storia come poche, che inizia nel 1774 e che dura ancora oggi grazie ad una tradizione ben consolidata, che strizza l'occhio continuamente all'innovazione: due secoli di attività imprenditoriale, che ha fatto di questo marchio tedesco uno dei più conosciuti al mondo, tanto che le sue scarpe vengono vendute in circa 90 paesi del mondo, distribuiti in tutti e cinque i continenti. 

Ciò che l'ha reso così famoso è il plantare dalla forma anatomica, il celebre Blaues Fußbett® Karl Birkenstock, esclusivo, rivoluzionario, innovativo, che segue alla perfezione la forma del piede, distribuendo il peso del corpo in modo uniforme su di esso. Come camminare a piedi scalzi.

Ogni scarpa è realizzata solo con materie prime pregiate, le quali vengono sottoposte ad un attento lavoro di selezione, materie prime, tra l'altro, provenienti solo da risorse eco-sostenibili. La BIRKENSTOCK "è una delle prime aziende, a livello mondiale, ad utilizzare quasi esclusivamente collanti solubili ad acqua e senza solventi", arrivando a ridurre il consumo energetico fino al 90%.

Alta qualità, sostenibilità, prezzi accessibili.